Impegno e Politica

Sono stato Sindaco del Comune di Cormano dal giugno del 2004 a maggio del 2014 (confermato nelle elezioni amministrative del 6 e 7 giugno 2009 al primo turno  con il 66,11% dei voti).

In questo decennio a Cormano si sono realizzate numerose opere pubbliche, che  hanno trasformato positivamente il volto del Comune e restituito ai cittadini un orgoglio di appartenenza che nei decenni precedenti si era affievolito. Sono altrettanto orgoglioso di poter passeggiare nel parco dell’acqua, una novità progettata dai bambini delle scuole elementari, che ha permesso di unire due quartieri che sembravano lontani. Allo stesso modo vado fiero di avere reso inaccessibile alla speculazione edilizia la grande area agricola della Balossa, ora divenuta un parco regionale e di aver contribuito all’implementazione del Parco Nord Milano.

Insieme con i cittadini abbiamo progettato una nuova viabilità, una rete di piste ciclabili in via di completamento e la riqualificazione di importanti strade, ora più sicure e vivibili. I centri storici di Brusuglio e della vecchia Cormano sono stati completamente abbelliti e grazie alla maggiore attrattività sono nati nuovi esercizi commerciali. Abbiamo dato il via ad un corposo piano di investimenti per l’edilizia scolastica: ammodernate e rese sicure le scuole e costruito un nuovo asilo nido. E dopo tanti anni siamo riusciti a realizzare la piscina comunale. I ragazzi sono il cuore della nostra azione amministrativa e nel 2010 abbiamo inaugurato il “Bì – la Fabbrica del Gioco e delle Arti“.

Si tratta di un centro per l’infanzia nato dalla riqualificazione di un antico cotonificio che ora ospita la biblioteca dei ragazzi, il teatro del Buratto e il museo del giocattolo della Fondazione Franzini. E’ uno spazio innovativo, che consente a tante famiglie di trascorrere del tempo libero di qualità e attrae centinaia di scolaresche da tutta la Lombardia. Al centro c’è l’infanzia, un mondo su cui intendiamo progettare tutta la città, attorno a cui ruotano le nostre idee di una società a misura di bambino. Il Bì non è solo una struttura come le altre, ma qualcosa di nuovo per davvero, che nei prossimi anni diverrà il punto fermo per le politiche destinate ai ragazzi anche per molti altri comuni.

Nei tanti progetti che hanno cambiato il territorio esiste un’anima. In ogni riqualificazione cerchiamo di inserire la massima dose di civismo. Anche nel come posizionare una panchina risiede l’idea di città più o meno aperta, accogliente che investe sulla socialità. Ecco perché in questi anni abbiamo puntato molto sulle iniziative culturali, sulla collaborazione con le associazioni di volontariato. Abbiamo realizzato nuovi centri per gli anziani e nonostante la crisi non abbiamo abbandonato i più deboli, non abbiamo tolto i sussidi e l’aiuto a chi ne ha bisogno.

Negli ultimi anni è sorto un nuovo piccolo quartiere di edilizia pubblica di grande qualità, il “social city”, dove le nuove famiglie con redditi bassi potranno vivere serenamente. Crediamo in queste politiche per rafforzare il senso dello stare assieme. Anche nell’aver riqualificato i parchetti, nell’aver creato nuove aree giochi, nell’aver allargato più marciapiedi possibili. Proprio per favorire il passeggio, l’incontro, la socialità. Perché ci interessa che le cose belle siano piene di buone relazioni.

Da dicembre 2009 a ottobre 2013 ho ricoperto l’incarico di Segretario del Partito Democratico di Milano Città Metropolitana, contribuendo alla vittoria del centrosinistra a Milano con il sindaco Giuliano Pisapia nel 2011 (vedi intervista su Affaritaliani del 18 giugno 2011).

Politics, University, Criminology